Home page > Rivista > Interviste > Estratti di Interviste

Estratti di Interviste

Persone avendo sollevato alcune domande, in modo da poter conoscere la risposta a queste domande, qui ci sono dei spezzoni di conversazioni che hanno avuto luogo durante le lezioni o interviste tenute da Philippe Camoin.

Per leggere le risposte ad ogni domanda, cliccate sulla domanda.

 

Ma I Tarocchi Camoin-Jodorowsky, sono un restauro dei Tarocchi di Nicolas Conver del 1760?
Philippe Camoin: Certo che no. Ho passato due anni ha ridisegnare interamente a mano le 78 carte dei Tarocchi Camoin-Jodorowsky.

Alejandro Jodorowsky ed io stesso, non abbiamo, tra l’altro, mai detto da nessuna parte che si trattava di un restauro dei Tarocchi di Nicolas Conver, perché questo non è il caso.

Inoltre, la Maison Camoin vende anche regolarmente ristampe dei Tarocchi di Nicolas Conver, e questi sono mazzi di tarocchi diversi. Quando sono usciti i Tarocchi Camoin-Jodorowsky, nel 1997, allo stesso tempo, abbiamo anche proposto in vendita sulla nostra boutique Internet una ristampa dei Tarocchi di Nicolas Conver che era stata fatta in occasione del bicentenario della fabbrica Camoin. Nessuna confusione era possibile, si trattava di due mazzi molto diversi.

Se il nostro mazzo fosse un restauro dei Tarocchi di Nicolas Conver, non avrei sprecato il mio tempo, avrei usato delle carte antiche della mia collezione, e avrei soltanto riparato in alcuni punti qualche tratti danneggiati e alcuni colori in parte cancellati, come viene restaurato un antico dipinto. Questo mi avrebbe preso solo un paio di giorni, invece di due anni a tempo pieno che ho passato solo per disegnare a mano le 78 carte del mio mazzo.

Il lavoro che ho fatto, in collaborazione con Jodorowsky, è molto più importante di un semplice restauro di un mazzo di tarocchi antichi. Abbiamo trascorso quasi sei anni su questo progetto. Quando sono usciti i tarocchi Camoin-Jodoroswky abbiamo spiegato ovunque:

  • che avevamo ricreato dei Tarocchi di Marsiglia nuovi mescolando simboli presi da antichi tarocchi da classificazione molto diversa;
  • che avevamo aggiunto tonalità di giallo chiaro e scuro, e anche di verde chiaro e scuro;
  • e anche che avevamo aggiunto elementi, mai esistiti in nessun mazzo antico conosciuto di Tarocchi di Marsiglia.

La proiezione di alcune immagini presentata qui permette di capire immediatamente che i Tarocchi Camoin-Jodorowsky non sono un restauro dei Tarocchi di Nicolas Conver 1760.
 
Per visualizzare il confronto visivo tra i Conver e quelli di Camoin-Jodorowsky, cliccate qui


Ho sentito dire che i Tarocchi Camoin-Jodorowsky non sono neppure il restauro di un antico mazzo di tarocchi.
Philippe Camoin: Questo è vero, e per le stesse ragioni esposte in precedenza.

Quando è uscito nostro mazzo nel 1997, abbiamo spiegato ovunque che i Tarocchi Camoin-Jodorowsky non sono il restauro di un mazzo antico di tarocchi. Da anni, è scritto nero su bianco nella sezione del nostro sito web dedicata ai Tarocchi di Marsiglia Camoin-Jodorowsky, ed è anche la prima frase scritta sulla prima pagina di questa sezione.

Non vi è alcuna confusione possibile.

Qualsiasi esperto può vedere immediatamente che i Tarocchi Camoin-Jodorowsky non sono il restauro di un antico mazzo di tarocchi.

Prima dell’uscita dei Tarocchi Camoin-Jodorowsky, tutti tarocchi moderni, ridisegnati, erano ispirati sia dai Tarocchi di Marsiglia di tipo II, sia dalla versione ridisegnata da Paul Marteau denominata "Antichi Tarocchi di Marsiglia" (1930), anche di tipo II.

Ciò che rende l’originalità e l’unicità dei Tarocchi Camoin, è quello di aver preso in prestito per la prima volta dettagli dai "Tarocchi di Marsiglia" di tipo I (es., i Noblet e quelli di Payen, dove la faccia sul ventre del diavolo), dai "Tarocchi di Marsiglia" di tipo II (es., Tourcaty Bernardin, Conver, Bourlion) e anche dai "Tarocchi di Besançon," il che è abbastanza eretico, ma originale. (Analisi da un esperto)


Si può restaurare i "Tarocchi di Marsiglia" come si "restaura un antico dipinto?"
Philippe Camoin: No, è impossibile. I "Tarocchi di Marsiglia", senza ulteriori specificazioni, non sono un esemplare unico dei Tarocchi inciso da un’unico incisore. Si tratta di una semplice "denominazione", una denominazione che comprende i tarocchi di classificazioni diverse, con tratti diversi e colori diversi, ed, in ogni classificazione, ci sono decine di tarocchi realizzati dai incisori diversi, ognuno avendo creato una variante molto personale. Per la prova, basta guardare solo questa diapositiva che presenta la carta del Papa (Le Pape) interpretata da autori del seicento e del settecento.
 
Per visualizzare il slideshow che mostra i Tarocchi di Marsiglia molto diversi, cliccate qui

 
Queste quattro carte sono classificate come "Tarocchi di Marsiglia" da esperti, tuttavia sono molto diverse. Tutti capiscono bene guardando queste carte che non è possibile restaurare i "Tarocchi di Marsiglia", come si restaura un antico dipinto.

Per essere sicuri che abbiate capito, si può ad esempio restaurare i "Tarocchi di Suzanne Bernardin", come si restaura un antico dipinto, perché si tratta di un’opera unica creata da un solo artista, ma non si può fare la stessa cosa per i "Tarocchi di Marsiglia", che sono una semplice denominazione che comprende centinaia di mazzi molto diversi tra di loro.


Si può "restaurare i Tarocchi" come si “restaura un dipinto antico"?
Philippe Camoin: E ’impossibile, i Tarocchi sono una denominazione utilizzata da migliaia di mazzi diversi tra di loro.

Questo può variare dai Tarocchi della rana ai quelli dei sette nani, sto scherzando, ma in realtà, è un po’ cosi.

Ovviamente, è impossibile "restaurare i Tarocchi" come si "restaura un antico dipinto."

Il termine "restaurare i Tarocchi" ha per me il significato di ridare una nuovo vigore ad un concetto, quello dei Tarocchi, la cui reputazione si è purtroppo peggiorata nel tempo fino ad essere ingiustamente demonizzato.


Allora usando la parola "restaurare" che cosa avete voluto dire esattamente?
Philippe Camoin: Le parole "restaurare" e "restaurazione" hanno diversi significati nel dizionario.

Tra quelli:

1) Rimettere un’opera d’arte in buon stato ad esempio “restaurare un dipinto antico";

2) Rimettere in vigore quello che è caduta in desuetudine, ad esempio "restaurare la pace" o "restaurare l’ordine".

Quando abbiamo parlato di "restaurare i Tarocchi di Marsiglia", si trattava di restaurare la bellezza di tale denominazione che era caduta in desuetudine, e ciò presentando un capolavoro degno di questo nome. Mi spiego.

Nel novecento, i Tarocchi sono stati demonizzati a causa di tutta questa gente che lo ha utilizzato in maniera stretta alla stregoneria mentre in realtà si tratta di un strumento divini. Alla fine del novecento, la tradizione dei Tarocchi di Marsiglia si era completamente allontanata da quella che avrebbe dovuto essere. I mazzi di Tarocchi di Marsiglia in circolazione includevano ormai solamente tre colori primari. L’azzurro e il verde erano totalmente scomparsi.

Inoltre, i tarocchi utilizzati per la divinazione e l’esoterismo erano copiati sui Tarocchi di Besançon, che peraltro non appartengono alla classificazione "Tarocchi di Marsiglia", soprattutto perché non contengono en partenza il Papa e la Papessa. I "Tarocchi di Marsiglia" in uso nel novecento contenevano ormai solo disegni molto semplificati con colori fantasiosi che non avevano più nulla a che fare con la tradizione.

I tarologi utilizzavano queste copie derivate da un mazzo di Tarocchi di Besançon con colori fantasiosi, pensando che fosse un mazzo di riferimento dei "Tarocchi di Marsiglia".

Questo è il motivo poiché avendo i mezzi per RESTAURARE il senso originale di tale denominazione "Tarocchi di Marsiglia" ho contattato Alejandro Jodorowsky e abbiamo lavorato e effettuato delle ricerche per molti anni. Il nostro obiettivo era quello di "rimettere in vigore i Tarocchi di Marsiglia che erano caduti in desuetudine," di riporre nella sua purezza originale tale denominazione che una volta era l’orgoglio dei Maîtres Cartiers (Maestri Cartaia) Marsigliesi.

Così, "restaurare i Tarocchi di Marsiglia alla sua purezza originale" per me significa: "rilanciare la reputazione dei Tarocchi di Marsiglia, cercando che corrisponda a ciò che i Maîtres Cartiers (Maestri Cartaia) volevano alla partenza, qualcosa di puro e magnifico."


Perché i "Tarocchi di Marsiglia Camoin-Jodorowsky" contengono simboli presi da diversi antichi tarocchi?
Philippe Camoin: I Tarocchi Camoin-Jodorowsky sono un risultato di una seria ricerca esoterica. Ho studiato l’esoterismo dall’età di 14 anni e Jodorowsky ha anche lui studiato i Tarocchi tutta la sua vita.

Dopo aver fatto la nostra ricerca per diversi anni, Alejandro Jodorowsky ed io, abbiamo deciso di combinare tratti e colori di Tarocchi di Marsiglia di diverse classificazioni (tipo I e tipo II), ma abbiamo anche aggiunto simboli da altri tarocchi antichi, ed altri simboli che hanno un potente significato esoterico.

Il numero di ore passate per realizzare nostro mazzo è considerevole. Sto parlando di diversi anni a tempo pieno, con tratti che ho completamente ridisegnati a mano con amore dopo una delle più seria ricerca esoterica.


Avete ricostituito i colori originali dei Tarocchi di Marsiglia?
Philippe Camoin: Abbiamo tentato di farlo nel modo più serio possibile, ma aggiungendo tra questi colori delle sfumature che non esistevano nei tarocchi antichi.

Quando abbiamo pubblicato i Tarocchi Camoin-Jodorowsky, nel 1997, il pubblico si era abituato ad usare i cosiddetti Tarocchi di Marsiglia che contenevano non più di tre colori: il blu, il giallo e il rosso. Abbiamo provato di ricreare i colori tradizionali che un tempo contavano ossia l’azzurro e il verde.

Ma non l’abbiamo fatto a caso, abbiamo ricostituito questi colori come ci sembrava che dovrebbero essere, dico bene, come ci sembrava che dovrebbero essere, perché i Tarocchi di Marsiglia antichi non hanno sempre gli stessi colori. A volte il dettaglio di una carta era verde in un vecchio mazzo di Tarocchi di Marsiglia, rosso in un altro e giallo in un terzo. Abbiamo dovuto fare delle scelte. Questa scelta si è basata sulla nostra conoscenza esoterica.

Inoltre, nel nostro mazzo, all’interno di questi colori, abbiamo aggiunto sfumature che non esistevano nei tarocchi antichi. Mi spiego. Quando una parte del disegno era dipinto di giallo, l’abbiamo rimessa giallo, ma utilizzando due tonalità, a volte con un giallo chiaro o a volte con un giallo scuro (o arancione).

Abbiamo dunque rispettato la tradizione esoterica, dato che quello che era giallo rimane giallo, ma abbiamo in più installato un sistema di codici esoterici basato sulla sfumature prodotta tra il giallo chiaro e il giallo scuro. In effetti, ciò che è scuro è terrestre e ciò che è chiaro è celeste, questo dà dei codici dualisti inediti e presenti ovunque nel nostro mazzo di tarocchi. Lo stesso vale per i verdi che a volte sono verde chiaro o verde scuro nel nostro mazzo. L’insieme produce una codifica esoterica creata da queste tonalità chiare e scure.

Le tonalità di colori sono come una sorta di impronta digitale. E se qualcuno copiasse le stesse sfumature di giallo chiaro o di giallo scuro, per esempio, o del verde scuro o chiaro, sarebbe necessariamente un plagiario che copia il nostro lavoro.


Dice che la sua tradizione risale a Nicolas Conver. Potrebbe dirci qualcosa di più?
Philippe Camoin: Sì, questa tradizione di fabbricare delle belle carte da gioco risale a Nicolas Conver, nel 1760 creo la fabbrica Conver, che divento finalmente la Maison Camoin per alleanza. Ma i mazzi di carte pubblicati da secoli dalla Maison Camoin non sono necessariamente dei restauri dei tarocchi di Nicolas Conver. Sono cose molto diverse.


Quando parla di tradizione, a che cosa si riferisce esattamente?
Philippe Camoin: Come lo menzionano i documenti ufficiali del seicento, la tradizione dei Maîtres Cartiers (Maestri Cartaia) marsigliese consisteva di fabbricare delle carte da gioco, e avevano la "reputazione di essere le più belle carte da gioco del mondo conosciuto."

La Maison Camoin, che risale a Nicolas Conver nel 1760, ha stampato nel corso degli anni centinaia di mazzi diversi come giochi di bridge, ramino, poker, giochi delle sette famiglie, dei tarocchi italiani, dei tarocchi spagnoli, ecc.

Ma non è perché la tradizione della Maison Camoin risale a Nicolas Conver nel 1760, che tutti mazzi che ha pubblicati nel corso degli anni e anche secoli, sono stati creati da Nicolas Conver, o che questi mazzi sono dei restauri dei tarocchi di Nicolas Conver. La Maison Camoin vendeva ad esempio un enorme quantità di tarocchi spagnoli.


Il Suo Metodo di Letture dei Tarocchi è un "Metodo Tradizionale"?
Philippe Camoin: Certamente no, è completamente nuovo. Ho creato un metodo di Lettura dei Tarocchi che si basa meccanicamente su due leggi che ho anche create: la Legge dei Sguardi e la Legge della carta soluzione. Questo metodo non è mai stato utilizzato prima d’ora e non esiste alcun documento precedente che si riferisca a tale metodo. L’ho creato osservando le risposte dei Tarocchi.

Mio metodo è un metodo dinamico che consiste ad aggiungere delle carte a seconda di una serie di criteri. Prima dell’uscita del mio mazzo di Tarocchi, tutti i metodi di lettura dei Tarocchi erano statici, il numero di carte posate era fissato in anticipo, ad esempio: 5 nel tiraggio a croce, 10 nel tiraggio celtico, o addirittura 12 nel tiraggio delle 12 case.

Nel mio metodo, il numero di carte che usciranno non è fissato in anticipo. Con gli Arcani Maggiori solamente, possono esserne da 3 a 22, a seconda delle carte che progressivamente vengono fuori.

Nessun metodo di Lettura dei Tarocchi utilizzava tale meccanica dinamica, e ancor meno con la combinazione delle due Leggi di cui ho parlato, la Legge dei Sguardi e la Legge della carta Soluzione, che fanno parte di quello che ho chiamato le Leggi dei Tarocchi, un metodo che ho anche creato. Il mio metodo di Lettura dei Tarocchi non si limita a come posare le carte, ma utilizza anche un’interpretazione logica basata sulle centinaia di codici che insegno nei miei corsi.

Ho creato questo metodo perché volevo che le risposte dei Tarocchi fossero precise il più possibile. La mia formazione matematica mi ha portato a ricercare un sistema in grado di esprimere una vera lingua, con un vocabolario e una grammatica, e che non si limita a dei semplici archetipi, come era il caso prima dell’uscita del mio metodo nel 1997.

Se qualcuno chiamasse il mio metodo un "Metodo Tradizionale", volendo far credere al pubblico che il mio metodo era "tradizionale" ed che si trattava di un metodo che esisteva da molto tempo, sarebbe un plagiario che cerca di assumere la proprietà delle mie creazioni per motivi pecuniari.

Se vedete qualcuno che utilizza il mio metodo di lettura dei Tarocchi chiamandolo con un altro nome, potete essere certi che essi sono plagiatori che hanno copiato il mio metodo dinamico e unico, unicamente per motivi puramente pecuniari. In realtà, il mio metodo è stato pubblicato ovunque dal 1997 e tutti potevano imparare il funzionamento dal mio sito e sul mio forum gratuitamente.

Pietosamente, più recentemente uno ha copiato il mio metodo chiamandolo un Metodo Tradizionale, ingannando il pubblico di proposito per gli stessi motivi già esposti.









SITO UFFICIALE DI PHILIPPE CAMOIN
"I Tarocchi di Marsiglia, siamo noi da molti Secoli"
Copyright © Philippe CAMOIN 1997-2014 Tutti i diritti riservati
Questo sito utilizza le carte dei Tarocchi di Marsiglia ricostruite da Philippe Camoin ed Alejandro Jodorowsky.
Copyright delle carte dei Tarocchi Camoin-Jodorowsky © Philippe Camoin & Alejandro Jodorowsky 1997 Tutti i diritti riservati


Tutte le pagine di questo sito ed il loro contenuto (testi, immagini, suoni, animazioni e ogni altra forma mediatica) sono protette dalle leggi francesi e internazionali sui diritti d'autore e sulla proprietà intellettuale. Qualsiasi riproduzione è proibita senza l'autorizzazione dell'autore. Qualunque persona fisica o giuridica violi questi diritti sarà perseguita a termini di legge. Le immagini pubblicate in queste pagine sono marcate elettronicamente. Contatto Webmaster
Scuola Italiana di Tarocchi di Marsiglia Philippe Camoin
Stage di Tarocchi, Formazione di Tarocchi per Tarologi professionisti, Corsi di Tarocchi a Milano - Roma - Torino - Bologna - Padova - Napoli - Bergamo

Link di siti amici: Tarocchi.info - Jodorowsky.com - Tarocchi.tel - Tarocco.tel - TarocchidiMarsiglia.com

Visitatori collegati: 25