Home page > Cartomanti

Cartomanti

Cartomanti o Tarologi ?

Cartomante o Tarologo? È questa una domanda cui vorremmo dare risposta, seppur parziale, in questo breve articolo.

Seguendo la definizione del dizionario, la parola cartomanzia indica: “il metodo di divinazione che si esercita mediante le carte da gioco (sia quelle comuni, sia i tarocchi) o anche mediante carte fabbricate proprio per tale uso, tenendo conto anzitutto del significato attribuito al seme, al colore, alla figura, al numero di ogni carta”.

Quindi il cartomante è chi pretende di indovinare il futuro o di rivelare cose segrete per mezzo della cartomanzia, con tarocchi o con carte da gioco, poco importa. In ogni caso si avverte della precarietà. Questa definizione del cartomante, non solo ci sembra impeccabile da un punto di vista lessicale, quanto, ed è la cosa più importante, da un punto di vista culturale e sociale.

Il cartomante, i cartomanti, sono coloro che troppo spesso “pretendono” di indovinare il futuro attraverso l’uso dei Tarocchi o delle carte in generale. Questo almeno è quello che gli ultimi due secoli ci hanno insegnato. Dovunque, purtroppo, è possibile constatare la presenza di persone, di cartomanti, che, laddove abbiano usato i tarocchi (e non solo le carte), lo hanno fatto in modo profano ed irrispettoso, facendoli divenire agli occhi del grande pubblico, dei non esperti, uno strumento malefico e negativo.

La realtà è differente: i veri Tarocchi, cioè gli autentici Tarocchi portatori di un messaggio iniziatico tradizionale, come appunto i Tarocchi Camoin-Jodorowsky, sono uno strumento divino, sacro. Sono l’espressione di una Entità che comunica, che trasmette, a chi l’interpella, cioè il consultante, messaggi precisi. L’interprete di questi messaggi, dunque, non è un cartomante, ma un Tarologo. Infatti i messaggi dei Tarocchi non sono i messaggi o le opinioni dei cartomanti. Sono tutt’altro. Questo è un punto cruciale da comprendere.

Il cartomante è colui che si fa carico, tramite l’ausilio di carte o di tarocchi, di predire al consultante certi fatti che lo riguarderebbero; più in generale, portare messaggi grazie all’interpretazione personale delle carte. Rimane su un piano di lettura “soggettivo”, in quanto è grazie soprattutto alle proprie doti di maggior sensitività, alle proprie capacità medianiche, vere o presunte che siano, che può riuscire a trasmettere al consultante alcune informazioni. Pur ammettendo che certamente esistono uomini o donne dotati di una maggiore “sensibilità”, che quindi possono offrire un loro contributo personale nell’ambito della lettura dei Tarocchi, ci sembra comunque che anche in questo caso il problema non verrebbe superato: si resterebbe difatti sempre su un piano di lettura soggettivo.

Dal nostro punto di vista, quindi, la lettura dei Tarocchi deve seguire un modello diverso da quello della cartomanzia: il modello che definiamo un Metodo di lettura Oggettivo, quale è appunto il Metodo Camoin. In questo caso, infatti, si leggono i Tarocchi grazie all’apprendimento di un metodo scientifico, attraverso cui si è in grado di decodificare correttamente le risposte dei Tarocchi alle domande del consultante. In pratica il tarologo, diversamente dal cartomante, impara il linguaggio stesso con cui i Tarocchi si esprimono, diremmo la loro grammatica, divenendo un intermediario obbiettivo nei confronti del consultante.

Non si compie più dunque un atto soggettivo di “cartomanzia”, cioè “il divinare, l’indovinare le carte”, quanto piuttosto un atto oggettivo di tarologia: la trasmissione di un messaggio spogliato da qualsiasi interpretazione personale, il vero messaggio dei Tarocchi. In base a quanto detto, a nostro avviso oggigiorno sarebbe doveroso definire cartomante chi fa un uso approssimativo ed improprio dei tarocchi; oppure chi utilizza, per la divinazione, generiche “carte da gioco”.

Tarologo è al contrario colui che, mediante l’apprendimento (grazie ad anni di studi nel seno di questo insegnamento) e l’energia che la Scuola Philippe Camoin è la sola a saper offrire, può trasmettere al consultante il messaggio preciso dell’Entità Tarocchi, compiendo così, al di là del mero uso divinatorio, una vera, autentica lettura al servizio di un altro individuo.









SITO UFFICIALE DI PHILIPPE CAMOIN
"I Tarocchi di Marsiglia, siamo noi da molti Secoli"
Copyright © Philippe CAMOIN 1997-2014 Tutti i diritti riservati
Questo sito utilizza le carte dei Tarocchi di Marsiglia ricostruite da Philippe Camoin ed Alejandro Jodorowsky.
Copyright delle carte dei Tarocchi Camoin-Jodorowsky © Philippe Camoin & Alejandro Jodorowsky 1997 Tutti i diritti riservati


Tutte le pagine di questo sito ed il loro contenuto (testi, immagini, suoni, animazioni e ogni altra forma mediatica) sono protette dalle leggi francesi e internazionali sui diritti d'autore e sulla proprietà intellettuale. Qualsiasi riproduzione è proibita senza l'autorizzazione dell'autore. Qualunque persona fisica o giuridica violi questi diritti sarà perseguita a termini di legge. Le immagini pubblicate in queste pagine sono marcate elettronicamente. Contatto Webmaster
Scuola Italiana di Tarocchi di Marsiglia Philippe Camoin
Stage di Tarocchi, Formazione di Tarocchi per Tarologi professionisti, Corsi di Tarocchi a Milano - Roma - Torino - Bologna - Padova - Napoli - Bergamo

Link di siti amici: Tarocchi.info - Jodorowsky.com - Tarocchi.tel - Tarocco.tel - TarocchidiMarsiglia.com

Visitatori collegati: 18